Bottlenose - Il motore social in real-time!

Scritto da Massimiliano Puccio • Giovedì, 26 luglio 2012 • Categoria: Motori di ricerca




Negli ultimi anni, gli utenti del web hanno dimostrato una predilezione quasi naturale alla fruizione dei contenuti in tempo reale.

Il culto della gratificazione istantanea, dell'aggiornamento continuo, ha ampiamente preso piede, imponendosi come trend del momento.

Da un lato i critici ne vedono gli effetti negativi in termini di scarso approfondimento dell'informazione e costante desiderio di novità effimera: l'importante è twittare al volo ciò che succede, copiare la realtà in diretta senza preoccuparsi di indagarla e comprenderla.
Translate to en


Tuttavia, non si può negare che tali strumenti abbiano dei notevoli vantaggi: in casi di notizie gravi - una catastrofe naturale - avere degli update in tempo reale è estremamente utile. E in ogni caso, il paradigma del "tutto e subito" sembra comunque una tendenza che è qui per rimanere.

Il problema resta dare un senso e organizzare, o almeno aiutare l'utente a orientarsi, in questa massa enorme di tweet, status, post di Tumblr, commenti e fotografie che appaiono sulla superficie mossa dell'oceano 2.0 per poi affondare un secondo dopo.

Non sorprende dunque il successo mediatico di Bottlenose - da pochi giorni disponibile in versone beta: un motore di ricerca dedicato all'estrazione di dati social in real time.

Come si può notare, Bottlenose seleziona un gruppo di fonti giornalistiche "classiche" (il Guardian, la BBC ecc.) accostate ai tweet e ai link più trendy, insieme ad altri argomenti di stretta attualità e relativi all'argomento cercato.

Del resto la sfida di Bottlenose è proprio questa: proporsi come una sorta di Google per il tempo reale.

A causa della struttura del proprio algoritmo PageRank, infatti, Google fatica ad estrarre i contenuti rilevanti dal flusso continuo di dati prodotti da social media e blog: richiede più tempo e la presenza di backlinks. Ed in più come avrete notato il motore di Mountain View è anche un tantino Google+ centrico.

Bottlenose vuole coprire esattamente tale vuoto, sfruttando gli input delle API pubbliche da Facebook, Twitter, LinkedIn, Google+, Instagram e altre piattaforme simili. Il suo algoritmo - chiamato non a caso StreamSense - è tutto concentrato su "ciò a cui la massa sta prestando attenzione" esattamente in questo momento!


Fonte: [WebTarget]


2524 hits
Technotizie oknotizie Segnalo digitta Wikio Fai Informazione Stumbleupon  Technorati  Google  Bookmark   at del.icio.us Digg  Bookmark   at YahooMyWeb Bookmark   at reddit.com Bookmark   at NewsVine Bookmark   with wists Bookmark using any bookmark manager!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
Standard emoticons like :-) and ;-) are converted to images.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.